Informazioni

I Quaderni del Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale costituiscono una iniziativa editoriale finalizzata alla tempestiva diffusione in ambito universitario di materiale di ricerca, riflessioni teoriche e resoconti di seminari di studio di particolare rilevanza. La collana nata nel 1983 in formato cartaceo viene pubblicata dal 2015 esclusivamente in formato elettronico (nuova serie Online). I quaderni sono scaricabili gratuitamente secondo il principio dell'Open Access promosso nello Statuto dell'Università di Trento (Art. 2.8). L'accettazione dei contributi è subordinata all'approvazione dell'apposito Comitato scientifico-editoriale.

Una copia dei quaderni delle edizioni cartacee (fino al numero 63) può essere richiesta, fino ad esaurimento delle scorte, alla segreteria del Dipartimento inviando una mail all'indirizzo segreteria.srs [at] soc.unitn.it

Comitato scientifico-editoriale: Paolo Boccagni, Emanuela Bozzini, Andrea Brighenti, Natalia Magnani, Katia Pilati

Download Authors Guidelines

ISSN 2465-0161 Quaderni del Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale (Online)

Academia.edu profile

Creative Commons License
Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Quaderno n. 3

copertina q 3

Sociologia dell’alimentazione: l’eredità dei classici tra riduzionismo, sistemismo e microsociologia
Filippo Oncini

Abstract
Il presente saggio si pone l’obiettivo di riassumere e collocare in tre grandi approcci teorici i contributi più rilevanti dei classici sul rapporto tra alimentazione e società. Nella prima sezione si sottopongono a disamina quegli autori che hanno trattato l’alimentazione in modo riduzionistico, come semplice mezzo di sopravvivenza. La sua natura è statica, funzionale ad un progetto macroscopico di più ampia portata. Un secondo quadro concettuale può essere definito sistemico, così riunendo all’interno di questo grande schema epistemico quegli approcci che hanno collocato la soggettività umana in modo subordinato rispetto al sistema sociale nel quale è inserita. Si è infine scelto di trattare separatamente Simmel ed Elias per la simile concezione della dicotomia individuo-società dalla quale originano le loro rispettive sociologie. Simmel si occupa di alimentazione solamente nel breve saggio Sociologia del pasto; Elias dedica invece ampio spazio all’evoluzione dei comportamenti alimentari ne Il processo di civilizzazione.

Keywords: Sociologia dell'alimentazione; Teoria sociale; Riduzionismo; Sistemismo; Microsociologia.

pdf mobi epub
 

Quaderno n. 2

copertina q 2

Studying Objectivation Practices
Kenneth Liberman

Abstract
Three case studies demonstrate the self-organization of social events: the situated practices of Tibetan philosophical debating, playing table games, and coffee tasting. The paper clarifies the mechanisms by which the self-organization of local affairs emerges and the extent to which local participants to a shared practice can take part in ongoing events. Events mostly drive themselves with their own momentum, but even the event does not know just where it is heading. While local participants are intimately involved, society moves according to its own vectors that exceed the participants’ control. These cases display how actors participate, patterning after each other, how they pick up ways of formulating and ways of knowing that follow from the previous speaker, and how they convert occasioned accounts and formulations into objective forms that can be relied upon by parties for organizing the local orderliness of their affairs.

Keywords: Ethnomethodology; Intersubjectivity; Objectivation Practices; Artful Practices; Tibetan philosophical debating; Coffee Tasting.

pdf mobi epub
 

Quaderno n. 1

copertina q 1

Strutture familiari e rischi di povertà in Europa
Rossella Bozzon, Raffaele Guetto, Stefani Scherer

Abstract
Questo lavoro analizza gli effetti dell’ingresso delle donne nel mercato del lavoro e del diffondersi di nuovi tipi familiari sull’andamento delle disuguaglianze e dei rischi di povertà relativa in chiave comparata ed europea. La coppia a doppio reddito costituisce il più importante meccanismo anti-povertà per gli individui, mentre single e genitori soli sono esposti a rischi maggiori. Tuttavia, perché l’incremento delle famiglie a doppio reddito riesca a ridurre i livelli di disuguaglianza e i tassi di povertà relativa aggregati occorre che esso coinvolga soprattutto i gruppi sociali più svantaggiati. La crescente omogamia educativa ed occupazionale e il recente sviluppo di condizioni lavorative fragili e marginalizzanti sembrano invece destinati ad ampliare la polarizzazione dei redditi e dei rischi di povertà.

Keywords: Povertà relativa; Disuguaglianze di reddito; Strutture familiari; Occupazione femminile; Flessibilizzazione del mercato del lavoro.

pdf mobi epub
 

Quaderni precedenti