Numeri telefonici d’emergenza

  • Vigili del Fuoco 115
  • Soccorso sanitari 118
  • Polizia 113
  • Carabinieri 112
In caso di emergenza

Se rilevate o se un utente esterno vi segnala un’emergenza o segni di possibili anomalie (fumo, odore di gas, ecc.):

  1. avvisate immediatamente la portineria o un addetto antincendio dell’edificio;se questo risultasse impossibile, chiamate direttamente il 115 (o il 118 in presenza di feriti) e attivate l’allarme manuale; successivamente riprovate a contattare la portineria o un addetto antincendio;
  2. avvisate ed allontanate le persone presenti in locali e aree limitrofe; non usate estintori o idranti se non siete stati appositamente addestrati.

L’informazione a portineria, addetti all’emergenza o soccorsi esterni deve essere SINTETICA E COMPLETA. Comunicare:

  • CHI: il proprio nominativo e il numero di telefono a cui essere richiamati
  • DOVE: il luogo in cui si è sviluppata l’emergenza (l’indirizzo dell’edificio se chiamate i soccorsi esterni, il piano e locale);
  • COSA: la tipologia dell’emergenza (incendio, fumo, fuga di gas, allagamento, ecc)
  • COME: entità dell’emergenza, il numero di persone ferite, intrappolate o disabili presenti.

Rispondete a tutte le domande che vi verranno poste dall’interlocutore e non interrompere la telefonata finché non viene comunicato dall’interlocutore stesso.

In caso di terremoto
  • Allontanarsi dalle finestre, dalle vetrate, dagli scaffali da tutti gli oggetti che potrebbero cadere;
  • portarsi in prossimità di strutture in cemento armato, travi, portali ecc. oppure ripararsi sotto tavoli, scrivanie, o altro;
  • non utilizzare gli ascensori;

Terminato l’evento:

  • spegnere o mettere in sicurezza le attrezzature usate;
  • spegnere eventuali fiamme libere e sigarette;
  • evacuare l’edificio se e come indicato in precedenza;
  • segnalare eventuali situazioni critiche alla squadra di gestione dell’emergenza.
In caso di evacuazione dell'edificio

L’ordine di EVACUAZIONE dell’edificio viene comunicato a mezzo ALTOPARLANTE (nelle Facoltà) o con un segnale convenzionale eventualmente riportato a fianco delle planimetrie per l’evacuazione presenti in ogni edificio.

In ogni caso se i campanelli di allarme suonano per oltre 3 minuti, è necessario abbandonare l’edificio.

In caso di evacuazione:  MANTENERE LA CALMA!

Portarsi sulla soglia del locale e accertarsi che la via di fuga sia praticabile, non invasa dal fumo.
Se la via di fuga è praticabile:

  • chiudere le finestre e spegnere eventuali apparecchiature elettriche, se questo non espone a rischi;
  • chiudere le porte dietro di sé dopo aver controllato che i locali siano vuoti;
  • curare l’evacuazione e di eventuali disabili e di eventuali visitatori occasionali;
  • allontanarsi ordinatamente, senza correre, seguendo le vie di fuga indicate dai cartelli o dagli addetti alla gestione dell’emergenza;
  • non usare gli ascensori;
  • non spingere, non urlare e non creare situazioni di panico;
  • comunicare eventuali problemi agli addetti alla gestione dell’emergenza (es. persone ferite, bloccate o con difficoltà motorie);
  • in presenza di fumo camminare carponi e respirare lentamente attraverso un fazzoletto (meglio se bagnato);
  • non tornare indietro per nessun motivo (salvo inaccessibilità improvvisa della via di fuga);
  • una volta usciti dall’edificio raggiungere velocemente il punto di raccolta più vicino;
  • non allontanarsi con la propria automobile, non ingombrare la sede stradale e le aree dove possono circolare i mezzi d’emergenza;
  • non rientrare nell’edificio prima che venga comunicato dagli addetti alla gestione dell’emergenza. 

Se la via di fuga e’ impraticabile:

  • - chiudersi in un locale con finestre, sigillare la porta con panni possibilmente bagnati e segnalare la propria presenza dalla finestra e tramite telefono

Non devono essere prese altre iniziative autonome.