Nominative Research topic head of research Period

AGUILAR HERNANDEZ Maria del Carmen

Progetto OSSCAR. “Osservatorio sulle carriere formative e i destini professionali degli studenti dell’Ateneo di Trento BISON Ivano

01/01/2019 - 31/12/2019

AMPOLLINI Ilaria

Come lavora la scienza dialoghi tra l'Università e il territorio                                                                                                   BUCCHI Massimiano

                                                25/09/2017 - 24/09/2020

BERTOLANI Barbara

HOMInG - the home-migration nexus

BOCCAGNI Paolo

15/07/2019 - 14/07/2020

BONFANTI Sara

Coordinamento dello studio empirico e comparativo del senso e delle pratiche di "casa" tra cittadini autoctoni e stranieri nei contesti metropolitani europei prescelti dal progetto. Coordinamento della raccolta preliminare di interviste biografiche sulle esperienze di casa e sulle traiettorie abitative, Conduzione di parte delle interviste, Partecipazione all'attività etnografica, Collaborazione alle attività organizzative e di gestione del progetto. BOCCAGNI Paolo

15/04/2018 - 14/04/2020

DAL GOBBO Alice

Piattaforme alimentari sostenibili: abilitare pratiche alimentari sostenibili attraverso l'innovazione socio-tecnica [PLATEFORMS]

FORNO
Francesca

01/05/2019 - 30/04/2020

DE SIMONE Sara

Human security among South Sudanese self-  settled refugees in Uganda: strategies of access to basic services  BELLONI Roberto

01/06/2018 - 04/11/2019

DEMALDE' Chiara Aurora

La ricerca fa parte del progetto SNIS (Swiss Network for International Studies) Social and Solidarity Economy, Urban Communities e Protection of Vulnerable Groups che mira a esaminare come l'economia sociale e solidale (ESS) possa contribuire efficacemente a costruire solidarietà, proteggere e integrare i rifugiati, i migranti e i disoccupati nativi. Verranno inoltre valutati le potenzialità, le sfide e le tensioni generate in un tempo di austerità e riduzione del welfare, nonché di crescente xenofobia e populismo. La ricerca genererà prove e indicazioni di policy per massimizzare il potenziale degli attori dell'ESS nell’integrazione dei rifugiati, migranti e disoccupati e per creare spazi e relazioni di solidarietà in tempi di crisi. Saranno esaminati tre studi di caso: Ginevra (Svizzera), Bergamo (Italia) e Heraklion (Grecia). In ultima analisi, le evidenze empiriche provenienti dall’analisi dei tre contesti mirano ad avanzare la conoscenza e il dibattito, fornendo raccomandazioni concrete sul potenziale dell'ESS per sostenere i gruppi vulnerabili in tempo di crisi FORNO Francesca

21/02/2018 - 20/01/2020

DORDONI Annalisa

Bilancio di genere POGGIO Barbara

01/12/2018 - 30/11/2019

FRAVEGA Enrico

 

HOASI – Home and Asylum Seekers in Italy BOCCAGNI Paolo

01/03/2019 - 29/02/2020

GIUDICI Daniela

HOASI – Home and Asylum Seekers in Italy BOCCAGNI Paolo

02/01/2019 - 31/12/2019

MARTINI Elisa

La ricerca si inserisce nell’ambito del progetto europeo “Hatemeter - Hate speech tool for monitoring, analyzing and tackling Anti-Muslim hatred” che ha lo scopo di sistematizzare, aumentare e condividere la conoscenza sui discorsi d’odio in rete anti-musulmani e aumentare l’efficienza e l’efficacia dell’operato delle Organizzazioni non Governative e delle Organizzazioni della società civile nella prevenzione di episodi di islamofobia a livello europeo, sviluppando e testando uno strumento ICT che monitora e analizza automaticamente i dati online e dei social media inerenti il fenomeno oggetto di studio. Lo scopo è fornire delle contro-narrative e sviluppare campagne di sensibilizzazione ad hoc.   In particolare, al fine di raggiungere gli obiettivi del progetto, le attività di ricerca da svolgere comprendono:   1) consolidamento dello stato dell’arte allo scopo di individuare delle best practices da applicare sul campo,   2) conduzione di interviste in profondità e focus group con esperti in ambito di antidiscriminazione (ricercatori, rappresentanti di Organizzazioni non Governative, leader di comunità islamiche, etc.),   3) raccolta e analisi dati degli elementi web individuati come discorsi d’odio verso i musulmani,   4) messa a punto di linee guida contenenti i requisiti sociologici e tecnici dello strumento ICT,   5) supporto scientifico nell’implementazione dell’ICT tool e assistenza alle Organizzazioni non Governative e alle Organizzazioni della società civile durante la fase di test (pilot) del tool,   6) sviluppo e attuazione di un piano di diffusione e comunicazione dei risultati della ricerca.                                               DIANI Mario

02/05/2018 - 01/11/2019

MATTEAZZI Eleonora

Analisi delle trasformazioni dei processi di formazione familiare fra generazioni e/o delle pratiche di genitorialità emergenti, in chiave comparata tra  contesti istituzionali e culturali.   Il progetto di ricerca presentato potrà vertere in particolare su:   impatto delle trasformazioni istituzionali (di welfare, di mercato del lavoro, dei sistemi di family policies) nonché delle strutture demografiche e culturali, nei paesi Oecd, fra coorti, sui percorsi di transizione alla vita adulta, intesa come formazione di nuclei familiari autonomi e accesso alla genitorialità,    emergere di nuovi modelli e pratiche di organizzazione familiare, di work-life balance e di divisione dei ruoli di genere nelle famiglie,   ruolo dei vissuti, delle preferenze e dei portati culturali individuali e collettivi nell’orientare la transizione alla vita adulta, con riferimento specifico alla formazione di un nuovo nucleo familiare e alla genitorialità, fra contesti e coorti.   La ricerca potrà avvalersi di metodi qualitativi e/o quantitativi in funzione delle specifiche domande di ricerca affrontate. POGGIO Barbara

01/10/2016 - 31/08/2019

MIRANDA Alejandro

Ricerca sul campo etnografica e bibliografica BOCCAGNI Paolo

20/04/2018 - 20/04/2020

PEREZ MURCIA Luis Eduardo

HOMInG - The home-migration nexus: Home as a window on migrant belonging, integration and circulation BOCCAGNI Paolo

03/04/2018 - 02/04/2021

SCOLOZZI Rocco

L'obiettivo del progetto è sostenere l'anticipazione e la consapevolezza del rischio di alluvione. Specifici sotto-obiettivi sono la diffusione di informazioni, lo sviluppo di capacità di pianificazione del territorio, la implementazione di forme di cooperazione di medio-lungo termine tra le parti interessate, e la preparazione di attività educative e di formazione ripetibili nei campi delle sub-azioni climatiche. Il progetto si concentra sui rischi di alluvione, altri rischi legati al clima sono backgrounded. Inoltre, il progetto si concentra sulla sensibilizzazione a lungo termine, la gestione delle emergenze è in pure backgrounded. Infine, il progetto è focalizzato sulla comprensione e la modifica di modelli cognitivi e sociali disfunzionali, e conseguenti comportamenti, in relazione ai rischi di alluvione. I diversi gruppi sociali hanno diversa cognizione del rischio di alluvione e accettano in modi diversi le connesse misure di gestione del rischio. Affronteremo gli atteggiamenti relativi alla percezione di "rischio zero" e la totale delega di responsabilità. La necessità di collaborazione tra i diversi soggetti interessati alla gestione e al monitoraggio del rischio richiede specifiche strategie di comunicazione e attività didattiche mirate. Questo progetto educa le comunità e i governi locali a sviluppare le loro capacità di anticipazione. Le strategie e gli strumenti di comunicazione saranno differenziati per target, considerando almeno i tre gruppi degli amministratori/decisori, dei tecnici/professionisti, e della popolazione in generale.   Particolare attenzione verrà data ai seguenti aspetti:   • preparare conoscenze utili ai diversi attori, al fine di rafforzare le politiche basate sull'evidenza,   • promuovere la trasformazione dei modelli mentali e sociali sul rischio di alluvione e relative conseguenze tramite coinvolgimento, educazione e collaborazione   • aumentare le capacità delle pratiche anticipanti di individui, organizzazioni e società, mitigando al contempo i rischi legati ai cambiamenti climatici.   I seguenti sono specifici obiettivi del progetto:   • migliorare la comunicazione sui rischi di alluvioni, prestando attenzione ad entrambi i lati della comunicazione: quello dei fornitori di informazioni (attraverso la formazione negli enti pubblici) e quello dei ricevitori di informazione (attraverso progetti di comunicazione ed educativi per i diversi gruppi coinvolti)   • utilizzare processi partecipativi e anticipatori che coinvolgono le comunità e le parti interessate, sviluppando abitudini che possono ridurre al minimo i rischi per un determinato territorio   • sviluppare un atteggiamento di corresponsabilità tra attori pubblici e privati   • produrre linee guida per la comunicazione e la anticipazione del rischio di alluvione. POLI Roberto

01/09/2016 - 31/08/2019

TUSELLI Alessia

Il progetto di ricerca-azione è finalizzato all'attivazione del bilancio di genere presso l'Università di Trento. Nell'ambito del progetto sono previste le seguenti attività:   - rassegna bibliografica e normativa relativa allo strumento del bilancio di genere e alla costruzione di indicatori di genere nei contesti accademici,   - mappatura delle buone prassi realizzate presso altri atenei,   - coordinamento con tavolo di lavoro sul bilancio di genere delle università italiane,   - definizione del processo raccolta e analisi dei dati,   - messa in opera del bilancio di genere,   - test e monitoraggio del processo,   - diffusione degli esiti.   L’assegnista svolgerà la sua attività di ricerca all’interno del Centro Studi Interdisciplinari di Genere (CSG) con sede presso il Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale (Trento, Università di Trento). L’assegnista svilupperà e porterà a termine le attività di ricerca sotto la supervisione del gruppo di lavoro responsabile del progetto di ricerca.  POGGIO Barbara

01/06/2018 - 31/05/2020

VARI LAVOISIER Ilka

HOMInG - The home-migration nexus: Home as a window on migrant belonging, integration and circulation BOCCAGNI Paolo

15/01/2018 - 14/01/2020

VIRDIA Simone

Diseguaglianze e insicurezze originate dalla 4a rivoluzione industriale

SCHERER Stefani

15/04/2019 - 14/04/2020